Loading...

Siena

Siena, capoluogo dell'omonima provincia toscana, sorge in una zona celebre per la bellezza dei suoi paesaggi, caratterizzati da dolci colline su cui si snodano lunghi filari di viti. Le sue origini sono antichissime e, come confermato dai tanti ritrovamenti archeologici, possono essere attribuite al periodo della dominazione romana, e più precisamente all'Imperatore Augusto che la fondò come colonia e, dopo un periodo turbolento in cui divenne dominio longobardo prima e franco poi, Siena si elevò a libero comune e numerosi interventi urbanistici interessarono il suo centro storico; fu infatti durante gli anni finali del Medioevo che si costruirono il Palazzo Comunale, sede del potere cittadino, e la Cattedrale dedicata a Maria Assunta. Situata al centro della Toscana, tra le colline del Chianti e la Maremma, ricca di storia, arte e cultura, è una delle città più belle d'Italia, visitata ogni anno da migliaia di turisti che decidono di soggiornare in un hotel a Siena attratti dai mille monumenti, dalle innumerevoli testimonianze storiche, e deliziati dalla saporita e variegata cucina senese. Iniziare la visita da Piazza del Duomo offre la meravigliosa visione dell'imponente cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta, il Duomo che sorge su un preesistente edificio sacro, a sua volta edificato su un antico tempio dedicato a Minerva. Costruito a croce latina e a tre navate, rivestito da fasce bianche e nere di marmo in riferimento alla balzana, lo stemma araldico di Siena, il Duomo ha una splendida facciata in marmi policromi con una ricca decorazione scultorea: è romanico-gotica nella parte inferiore, aperta a tre portali, è in stile gotico-fiorito nella parte superiore e reca mosaici ottocenteschi nelle tre cuspidi. Il campanile è romanico, anch'esso a fasce bianche e nere, sorge su un'antica torre ed è coronato da una cuspide a piramide ottagonale. I gioielli più importanti sono però all'interno: il pavimento, pieno di simboli esoterici e storie religiose, l'altare maggiore realizzato da Baldassarre Petruzzi, la grande vetrata policroma absidale ad opera di Duccio di Buoninsegna, le 4 sculture di Michelangelo nell'altare Piccolomini e il San Giovanni Battista scolpito da Donatello. Proseguendo la visita si arriva a Piazza del Campo che rappresenta idealmente il punto di incontro dei tre colli su cui sorge la città e che in origine era un grande prato, da qui il nome "campo". La Piazza, che è sicuramente fra gli esempi di architettura civile più suggestivi, è considerata una delle più belle del mondo. Ha una caratteristica forma di conchiglia a 9 spicchi, particolare che si può ammirare solo dall'alto della Torre del Mangia. Dal 1300 è il centro della vita di Siena ed ha svolto la funzione di mercato e luogo di raccolta dei senesi durante momenti politici importanti, feste e giostre come accade ancora due volte l'anno durante il famoso Palio. Oggi Piazza del Campo è il luogo turistico per eccellenza della città, punto di passaggio obbligato per i visitatori che soggiornano in un hotel a Siena. La leggera pendenza rende ancora più imponente la sagoma del Palazzo Pubblico, l'edificio più importante della città ed esempio perfetto di architettura gotica, oggi sede degli uffici amministrativi comunali e del Museo Civico. Accanto al Palazzo si innalza la bellissima Torre del Mangia, alta 88 metri e con 400 scalini per raggiungere la vetta dove si può godere di uno spettacolo mozzafiato: si vede tutta Siena, da Piazza del Campo al Duomo e alle colline lontane. La torre prende il nome da Giovanni di Duccio, primo custode che si godeva la vita spendendo tutti i suoi guadagni mangiando nelle osterie della città; i senesi lo avevano ribattezzato Mangiaguadagni, da cui Torre del Mangia. Passeggiando poi per le pittoresche viuzze della città si incontrerà il Palazzo Piccolomini e delle Papesse, il più bel palazzo rinascimentale di Siena, la Loggia della Mercanzia, un'opera caratteristica dello stile senese oltre a numerosi musei e gallerie d'arte come il Museo dell'Opera Metropolitana del Duomo, la Pinacoteca Nazionale e il Museo Civico del Palazzo Comunale. Da ricordare infine l'Università di Siena, uno dei più antichi e prestigiosi atenei d'Italia che si trova nel centro storico della città e la cui storia si è sviluppata lungo la tradizione culturale della Toscana, a partire dal Medioevo. Alla periferia di Siena, in località Santa Regina sorge il Castello delle Quattro Torri, di origine medievale che ancora oggi mantiene intatta la sua originaria struttura, nella quale spiccano le quattro torri che danno per l'appunto il nome al castello e la chiesa di Santa Regina che rappresenta un esempio di architettura romanica senese e le cui pareti a grosse pietre sono parzialmente ricoperte da affreschi quattrocenteschi. Meta privilegiata degli amanti della natura e delle passeggiate è invece la Montagnola senese, un'area collinare colma di boschi caratteristici della macchia mediterranea con lecci, cerri, castagni, polloni, carpini, querce, cipressi e ricca di grotte carsiche e falde acquifere che assicurano l'approvvigionamento idrico delle varie località della zona. Siena è una meravigliosa crisalide bloccata nel tempo e nella storia e il suo territorio offre al turista una vasta possibilità di itinerari per scoprire paesaggi naturali incontaminati, borghi medievali perfettamente conservati e siti archeologici; la provincia è ricca di sorgenti termali che, combinate all'ottimo clima e ad impareggiabili scenari, attirano ogni anno numerosi turisti che decidono di trascorrere le loro vacanze in un hotel di Siena. Bagni e terme risalgono al periodo etrusco e romano, quando le acque termali erano un elemento essenziale nella vita sociale. Nella provincia di Siena ci sono numerosi centri termali da visitare tra cui Rapolano Terme, Chianciano, Montepulciano e Fonteverde che con gli effetti benefici delle loro acque termali offrono trattamenti utili per la cura di diversi tipi di malattie respiratorie, trattamenti di riabilitazione e, in centri benessere super attrezzati disponibili in molti alberghi e hotel nei dintorni di Siena, trattamenti di bellezza per una perfetta remise en forme nelle magnifiche colline toscane. La città è ricca di eventi e manifestazioni in ogni periodo dell'anno. Il Palio di Siena è forse la manifestazione folcloristica di maggior richiamo nel mondo, una festa insieme religiosa e civile che si tiene nella città due volte all'anno, il 2 luglio e il 16 agosto e ha sede in Piazza del Campo. Soggiornare in un hotel a Siena e visitare la piazza nei giorni del Palio significa vederla sotto una luce completamente diversa: il tufo ocra ne cambia i colori e le tribune di legno che circondano la pista (pronte ad accogliere il Corteo Storico e le maggiori Autorità Senesi) danno una visione nuova; chiunque arrivi a Siena per la festa ne viene coinvolto perché l'atmosfera di quei giorni è unica al mondo. Ma il Palio non è il solo evento che si svolge a Siena, ce ne sono molti altri come le feste dedicate a Santa Caterina da Siena e a Santa Lucia: Santa Caterina da Siena è il santo patrono d'Italia e uno dei santi patroni d'Europa e il 29 aprile ha luogo una solenne processione durante la quale viene portata in Duomo la reliquia della Sacra Testa; Santa Lucia è il santo patrono della città e si celebra il 13 dicembre con una cerimonia religiosa e un mercato di strada dove si possono acquistare le cosiddette "Campanine", piccole campane di terracotta decorate con i colori delle contrade. Inoltre sono da segnalare eventi come la Settimana del Vino - una pietra miliare della cultura enologica italiana con oltre quarant'anni di storia - e la Settimana Nazionale dell'Olio - dedicata all'oro verde italiano. Se avete deciso di visitare la Toscana e soggiornare in un hotel vicino a Siena, da non perdere le feste che si svolgono nella provincia dedicate al miele, al tartufo o al pecorino. Le colline intorno alla città regalano da secoli olio, vino, carne e verdure e grazie alla sapienza contadina questi ingredienti si trasformano in una cucina autenticamente popolare e poco intaccata dalla modernità che offre i leggendari "pici", una sorta di grossi spaghetti fatti a mano conditi con sughi di coniglio o di cinghiale, ottime scottiglie di pollo o maiale, crostini, pappardelle e carne alla brace preparati con il cinghiale (in particolare la Cinta Senese) e la lepre; tra le zuppe invernali la ribollita è quella che più di tutte aiuta a superare il freddo insieme ai fagioli all'uccelletto e alla pasta con i fagioli. Sempre presenti i grandi vini di Siena e della provincia: il Chianti, il Brunello di Montalcino, il Montepulciano e la Vernaccia di San Gimignano. Per chi non si alza da tavola senza aver chiuso con il dolce, c'è solo l'imbarazzo della scelta: cantucci, ricciarelli, panforte e panpepato, fatti con antiche ricette, profumati di spezie che riportano indietro nel tempo alla cucina rinascimentale e tutti rigorosamente accompagnati dal classico Vin Santo.

Cerca offerte hotel in Italia

In collaborazione con

Destinazioni frequenti