Loading...

Umbria

L'Umbria si trova nell'Italia centrale, posta nel cuore della penisola, tra le più piccole regioni italiane e l'unica dell'Italia peninsulare non bagnata dal mare. E' una regione prevalentemente collinare, molto ricca di acque e vegetazione; per questo motivo viene denominata "il cuore verde dell'Italia". Confina ad est con le Marche, a nord-ovest con la Toscana ed a sud -ovest con il Lazio. Oltre ad avere un ricco patrimonio paesaggistico, l'Umbria vanta anche la presenza di alcune delle città medievali italiane più nobili per storia, arte e tradizioni, come Perugia capoluogo regionale, Orvieto in posizione bella e suggestiva e ricca di opere d'arte, Todi di origini antichissime piena di testimonianze di epoca etrusca e medievale, e non ultime, Assisi legata all'ordine francescano e alla figura di San Francesco e da secoli importante luogo di pellegrinaggio, Gubbio città di particolare bellezza famosa anche per la produzione di ceramica, e Spoleto centro commerciale e industriale e dal 1858 sede del Festival dei Due Mondi. Le province dell'Umbria sono due: la provincia di Perugia, città antica famosa per il cioccolato - che comprende Cascia città natale di Santa Rita, Bastia Umbra paese agricolo situato nella piana di Assisi, Città di Castello che vanta un'antica tradizione artigianale nel settore della produzione di mobili e tessuti, Foligno rinomata per l'arte tipografica e luogo in cui avvenne la prima stampa della Divina Commedia e il Lago Trasimeno, meta turistica ideale per chi vuole trascorrere una vacanza rilassante immerso nella natura - e la provincia di Terni, situata nel cuore antico dell'Umbria, in un'ampia conca appenninica e nelle cui vicinanze si trova la Cascata delle Marmore, la più alta d'Europa. Da sempre l'incontro di storie e di culture differenti ha contribuito a plasmare l'identità dell'Umbria. L'Umbria santa, l'Umbria guerriera, l'Umbria verde: tutti aggettivi che descrivono questa terra, ma che da soli non riescono a racchiudere i molteplici aspetti di questa regione che vi catturerà con il fascino della sua atmosfera mistica, delle sue tradizioni e dei suoi scenari naturali: immense distese di campi di grano e girasole, verdi colline e pittoreschi paesini arroccati dove si celano antichi borghi dalle suggestive reminiscenze medievali. L'Umbria è la regione dove le manifestazioni folcloristiche, le fiere e le feste tradizionali assumono un significato importantissimo e preservano le diversità e le tradizioni che la civiltà globalizzata tende ad abbattere; numerosissime sono le manifestazioni che si svolgono, soprattutto in estate, in molti dei suoi centri. Questi appuntamenti, alcuni noti anche a livello internazionale, fanno convergere nella regione turisti da tutto il mondo. Il folclore fornisce le chiavi per decifrare i frammenti del retaggio storico tramandato dalla memoria popolare e questo passato si esprime, oggi, anche con manifestazioni, mostre, rappresentazioni teatrali, festival e spettacoli musicali. Le più celebri manifestazioni folcloristiche sono sicuramente la "Corsa dei Ceri", che si celebra a Gubbio il 15 di maggio e che si corre da almeno 500 anni in segno di devozione a Sant'Ubaldo patrono della città, la "Quintana", rievocazione storica di origine folignate che a giugno e a settembre rinnova la sfida tra i cavalieri dei suoi dieci rioni e la "Corsa all'Anello di Narni", rievocazione storica in costume che risale al 1371 e si tiene durante i festeggiamenti in onore del santo patrono. A queste si affiancano numerosi altri eventi molto conosciuti e rinomati come il Mercato delle Gaite di Bevagna, rievocazione dell'antico mercato medioevale che dura dieci giorni e si svolge nel centro storico della cittadina. Come in ogni altra regione, anche i vari Comuni dell'Umbria, nel corso dell'anno, propongono piccole o grandi manifestazioni culturali che spaziano dalla musica al teatro. Alcune sono riferibili a livello locale ma altre assumono valenza nazionale ed internazionale come il Festival dei Due Mondi di Spoleto e l'Umbria Jazz Festival di Perugia. La cucina dell'Umbria ha una vocazione spiccatamente contadina, schietta e semplice, a base di materie prime ed ingredienti di qualità ed è una gioia per ogni palato: dagli spaghetti alla norcina agli spiedini spoletini, ai crostini con la salsa tartufata. Il re della tavola umbra è il tartufo; bianco o nero che sia, nella regione ne esistono almeno sette varietà, esso dà gusto e originalità a piatti prelibati come le Trote al tartufo di Norcia o l'Agnello al tartufo nero. Molto apprezzati sono i formaggi umbri: il formaggio di fossa, il pecorino stagionato, il formaggio alle erbe, la scamorza affumicata e ultimo ma non meno importante il formaggio al tartufo. Numerosi anche i diversi tipi di pane: il Pan caciato, il Pan nociato, il Pane casereccio, il Pane di Terni, la pizza di Pasqua e la Torta al testo. Pregiatissime leccornie sono, tra le altre, le lenticchie di Castelluccio, piccole, verdi e delicate e il Prosciutto di Norcia. A Spoleto non perdete gli spaghetti col rancetto e a Todi il pasticcio di Jacopone tagliato a fette e servito col ragù. In Umbria si beve bene: tra gli altri l'Orvieto è sicuramente uno dei bianchi più famosi in Italia e, tra i vitigni rossi più pregiati, da ricordare il Sangiovese e il Torgiano; ottimi per il dessert il Sagrantino passito e il Solleone, un vino liquoroso.

Cerca offerte hotel in Italia

In collaborazione con

Destinazioni frequenti