Loading...

Barano d'Ischia

Nella parte sud-ovest dell'isola si trova Barano d'Ischia, comune di circa 10.000 abitanti che sorge su una formazione di colline e cave da cui si ammira uno spettacolare panorama del borgo di Sant'Angelo. Il nome Barano d'Ischia è di etimologia incerta, e le ipotesi spaziano da "luogo delizioso" a "podere di Vario", ma quella forse più credibile è che derivi dal latino balneum, visto che in epoca romana, ma già prima durante la colonizzazione dei greci, uno dei luoghi più importanti erano le sorgenti di Nitrodi, conosciute in tutto il mondo per le doti curative delle malattie della pelle, dove sono stati scoperti numerosi reperti archeologici e dove era stato addirittura eretto un tempio ad Apollo, dio della salute e della bellezza. Del comune di Barano d'Ischia fanno parte le frazioni di Piedimonte, Vatoliere, Faiano, Testaccio, Maronti e Buonopane, così chiamato per il gran numero di fornai che avevano qui la loro bottega e che vendevano il pane in tutta Ischia. A poca distanza ci sono poi la spiaggia dei Maronti, circondata da numerosi hotel per accogliere i molti turisti che ogni anno soggiornano a Ischia, la Spiaggia delle Fumarole, dove dal terreno si alzano bollenti getti di vapore acqueo misto ad altri gas, le sorgenti di Buceto e le numerose colline, su tutte quelle del Cretaio e dello Schiappone, che spesso ospitano graziose chiesette del periodo fra il XVI e il XVIII secolo. Imperdibile poi è la piazzetta di Barano, centro del pese e di ogni attività, nonchè sede delle chiese di San Sebastiano e San Rocco. Altra chiesa da visitare è quella di San Giovanni Battista, del 1400, la più antica dei tutta Ischia. Soggiornando in un hotel a Barano d'Ischia, infine, potrete visitare la pineta di Fiaiano, dalla quale potrete ammirare l'ormai famosissimo panorama che si trova su tutte le cartoline del Golfo di Napoli.

Cerca offerte hotel in Italia

In collaborazione con

Destinazioni frequenti