Loading...

Marche

Le Marche sono una regione dell'Italia centrale con capoluogo Ancona che si trova tra l'appennino umbro-marchigiano e il mare adriatico ed ha un territorio principalmente montuoso e collinare mentre la costa si estende lungo il mare per 180 km ed ha un flusso turistico in forte espansione soprattutto per le sue stazioni balneari come quelle di Pesaro, Senigallia, Porto San Giorgio e San Benedetto del Tronto, oltre a città di interesse storico-artistico come Urbino, Macerata e Fermo. Scoprire le Marche è un viaggio multisensoriale, che coinvolge in maniera emozionale tutti cinque i sensi attraverso i territori delle cinque province tanto che ogni borgo, ogni angolo delle Marche suscita nel visitatore emozioni sempre nuove e sorprendenti. La vista viene rapita da una varietà di paesaggi molteplici e coinvolgenti: un mare e una costa dalle varie tipologie; la distesa delle colline dal profilo inconfondibile, in cui si mescolano i colori naturali e la mano dell'uomo, impressa nei borghi storici, nei santuari, nei castelli, nelle abbazie; le montagne con boschi, valli e vette da scoprire. Soffermandosi nei paesi e nei borghi, si possono scoprire numerosi musei e chiese che conservano, come scrigni preziosi, un'infinità di opere d'arte o testimonianze di vita popolare che contribuiscono, insieme ai capolavori, a raccontare la storia di un territorio caratterizzato da fieri comuni e prestigiose signorie. Il tatto è sollecitato da una gran varietà di prodotti artigianali di elevatissima qualità, come la carta a filigrana, o il merletto a tombolo, o la produzione della ceramica e maiolica secondo i metodi tradizionali. L'udito è deliziato dalla musica immortale di compositori come Rossini, Pergolesi e Spontini che risuonano nelle rassegne internazionali dei festival e nelle numerose stagioni liriche allestite nei teatri della regione o dai versi di Leopardi, nume tutelare dei poeti marchigiani moderni e contemporanei. L'olfatto è stimolato da mille profumi, ognuno dei quali evoca sensazioni di benessere e di gioia di vivere; le Marche sono infatti una terra di profumi: dalla brezza marina all'odore del pesce appena pescato, dalle distese dei campi di lavanda o di ginestra del Conero ai profumi dei vini che raccontano le storie delle colline dove sono coltivati i differenti vitigni, dall'intensità dei tartufi di Acqualagna ai profumi deliziosi dei salumi di Carpegna, di Fabriano, di Visso e dei formaggi tipici. Il gusto viene appagato da una ricchissima serie di prodotti tipici e vini; trascorrendo una vacanza nelle Marche si potranno gustare i piatti della tradizione contadina o marinara spesso rivisitati secondo il gusto attuale, ma senza perdere di vista i valori di genuinità, naturalità ed attenzione alla qualità. Fare una selezione su cosa visitare nelle Marche è davvero complicato; i posti da vedere sono tanti e tutti intrisi di storia, cultura e tradizioni. Tra i luoghi significativi da scoprire: Ascoli Piceno, con le sue meravigliose piazze in travertino bianco dove si può visitare il Duomo ed il Battistero della città, la chiesa di San Francesco, il teatro e il ponte Augusto; Fabriano, famosa in tutto il mondo per la sua antica e tutt'oggi fiorente lavorazione della carta; Recanati, città natale di Leopardi: nel Rione di Monte Morello si trova la famosa Piazza del Sabato del Villaggio e il palazzo di proprietà della famiglia del poeta con l'annessa biblioteca; Urbino, perla del rinascimento Italiano: passeggiando per le strade del centro storico potrete visitare il Palazzo Ducale costruito per volontà di Federico da Montefeltro, la Galleria Nazionale dove sono conservati i dipinti più famosi di Raffaello, Tiziano, Paolo Uccello e Piero della Francesca, la casa del pittore Raffaello Sanzio e il Duomo di Urbino, costruito tra il XVIII e il XIX secolo. Altra tappa importante è la città di Ancona: dopo la visita al centro cittadino, alla Cattedrale di San Ciriaco e alla Pinacoteca Civica potrete spostarvi a Loreto, sede del più importante Santuario della Cristianità, per visitare la Casa di Nazareth e la statua della Madonna Lauretana, in legno di cedro. Da qui, arrivando a Genga si possono visitare le Grotte di Frasassi, un complesso carsico, bellissimo e frastagliato scenario costiero. Se avete tempo a disposizione e volete spostarvi per ampliare gli orizzonti del vostro viaggio vale la pena di arrivare fino a Gradara, la città dei due amanti danteschi Paolo e Francesca, terra di confine tra Marche e Romagna: qui è d'obbligo una visita al castello fatto costruire dai Griffo, ma ultimato dai Malatesta e dagli Sforza, che fu teatro del sanguinoso epilogo della storia di Paolo e Francesca. Immancabile è la tappa al Parco Nazionale del Gran Sasso, oasi faunistica e naturalistica. Le feste delle Marche accontentano anche gli appassionati dei tempi antichi. Il principale appuntamento è quello di Fano con la Fano dei Cesari una delle più prestigiose manifestazioni carnevalesche della regione con sfilate di giganti carri allegorici e rogo finale in cui viene bruciato il grande Pupo. Inoltre nella regione sono state mantenute intatte nel tempo alcune manifestazioni legate a particolari festività religiose. Se vi recate nelle Marche durante il periodo natalizio potrete assistere alla rappresentazione dei presepi viventi, tra cui spiccano quello di Genga, nella scenografica Gola di Frasassi e quello di Falerone che invita ad entrare nella macchina del tempo per giungere nella Palestina ai giorni dell'impero Romano. Vale la pena soffermarsi anche nei principali Musei del Presepe della regione a Macerata, Tolentino e Fano dove nelle antiche cantine del settecentesco Palazzo Fabbri è allestito un grandioso presepe artistico e meccanico. Suggestiva è a Loreto la notte del 9 dicembre, la festa che si celebra per ricordare la Venuta della Santa Casa, con tutte le colline intorno che si accendono di fuochi.

Cerca offerte hotel in Italia

In collaborazione con

Destinazioni frequenti