Loading...

Ricette tipiche della pasta fatta in casa in Italia

Pagina creata da Erika Mariniello in Blog

Erika has no followers

Se avete fame, manca poco al vostro pranzo o alla cena, forse vi converrebbe tornare al pc dopo aver mangiato, perché sto per parlarvi di pasta: tagliatelle, trofie, bucatini… Avete ancora più fame? Vi avevo avvisato. Se siete ancora lì e state leggendo, mi spiace, ormai è troppo tardi per cambiare idea perché sto per iniziare con i primi consigli su dove mangiare le migliori tagliatelle d'Italia. La pasta è uno dei simboli della nostra Penisola: sono davvero tante le ricette e le varianti di questo piatto tipico ormai famoso in tutto il modo e che, in Italia, non può mancare sulla tavola. Facendo un giro qua e là, andando di Regione in Regione, da nord a sud, ho avuto modo di assaggiare tante tipologie diverse di pasta. In Piemonte, per esempio, ho avuto occasione di provare i tipici "tajarin" conditi con del pregiato tartufo bianco di Alba. Sono sincera, prima di quell'occasione, circa cinque o sei anni fa, quando sono entrata nella cucina di un ristorante a Grinzane Cavour per scoprire la ricetta, non li avevo mai assaggiati prima. Tagliatelle sottilissime, preparate con un semplice impasto di farina e uova, condite con del buon tartufo bianco: sono davvero squisite. La Toscana, in quanto a pasta, anche in questo caso fatta a mano, è famosa per i "pici". Ricordo di aver assistito alla preparazione e di aver assaggiato i pici con il sugo all'aglione a Pienza, città meravigliosa in provincia di Siena. Simili agli spaghetti, fatti con un impasto di acqua, farina e pochissimo uovo (in alcuni casi non viene utilizzato per niente); il composto viene lavorato a mano fino ad ottenere dei piccoli spaghetti corposi. Per il condimento, il sugo più tipico è sicuramente quello a base di pomodoro e aglio, ma si mangiano anche al ragù di carne, con il cinghiale oppure con i funghi. Se fate un giro in Toscana, oltre alle altre bontà da non perdere, sedetevi a tavola in un buon ristorante e assaporate un buon piatto di pici che sono davvero buonissimi. Nel mio viaggio alla scoperta dei mille modi per assaggiare la pasta rigorosamente italiana, passando dal versante tirrenico a quello adriatico, non posso che consigliarvi due ristoranti nelle Marche, dove ho mangiato delle tagliatelle strepitose. A Macerata, grazie ad un collega, sono capitata "da Ezio", una trattoria nel centro storico molto accogliente. Dalla cucina, la cuoca Mirella, ha fatto uscire un gustosissimo piatto di tagliatelle alla papera che ho decisamente apprezzato. Tagliatelle fatte in casa, utilizzando prodotti genuini, di una bontà unica. Buone e genuine come quelle che ho avuto modo di mangiare, per mia fortuna diverse volte, nella trattoria "Porverò", nel centro storico di Sarnano, sempre nelle Marche. Sottili, gustose, sono buone in tutte le salse: condite con il ragù, alla carbonara, alla pecorara o con i funghi. Spostandosi più a sud, fino a raggiungere la costiera amalfitana, in Campania, pensando alla pasta, mi vengono subito in mente i tradizionali "paccheri". Alla vista appaiono come dei maccheroni giganti, chiamati così per l'origine del nome che, dal greco deriva da "πας" (tutto) e "χειρ" (mano), ancora usato dalla lingua italiana come pacca, ovvero schiaffo dato a mano aperta. Ricordo di averli assaggiati conditi con un buonissimo sugo di pesce, proprio ad Amalfi, in un romantico ristorantino sul mare. Se ci ripenso mi viene una fame! In Italia, la pasta si distingue in base alla forma, all'impasto, al tipo di farina utilizzato per la preparazione, alla presenza o no del ripieno e, in molti casi, al sugo con cui viene condita. Quello all'amatriciana, per esempio, non è adatto ad una pasta sottile o alle tagliatelle, ma agli spaghetti come vuole la tradizione di Amatrice, oppure ai bucatini seguendo quella romana. Il pesto è perfetto con le trofie, pasta allungata e sottile tipica della Liguria. Poi ci sono le orecchiette che si mangiano in Puglia con le cime di rapa. In Valtellina ci sono i pizzoccheri, una sorta di tagliatelle abbastanza spesse e larghe, preparate con un impasto per due terzi di farina di grano saraceno e un terzo di farina di frumento. In quanto a tipologie e caratteristiche, in Italia, queste sono solo alcune delle specialità. Tutte da assaggiare, preparate seguendo le ricette tipiche e con prodotti di qualità "made in Italy". Erika Mariniello

 

Cerca offerte hotel in Italia

In collaborazione con