Loading...

Pasqua in Italia, mete da non perdere per le vacanze

Pagina creata da Erika Mariniello in Blog

Erika has no followers

Manca poco alla primavera e alle vacanze di Pasqua: due buoni motivi per pensare ad organizzare una gita di qualche giorno fuori porta per visitare una delle località da non perdere in Italia. Da nord a sud sono davvero tante le possibilità. Se vivete in Piemonte o in un centro non troppo lontano e non volete fare molti chilometri potete scegliere il lago d'Orta. Tra i più romantici d'Italia questo è il luogo ideale per chi vuole trascorrere il week end delle vacanze di Pasqua all'insegna della tranquillità. Il paese di Orta, bagnato dall'omonimo lago, è davvero ben conservato con dimore ottocentesche di pregio e palazzi eleganti. Dormire ad Orta, magari in uno degli hotel affacciati sul lago come il San Rocco dove ricordo di aver soggiornato in una bellissima camera, qualche anno fa, quando ho visitato per la prima volta questa zona in provincia di Novara, vi farà apprezzare nel modo migliore questo angolo d'Italia. Circondato dalle mura di un monastero, la particolarità è proprio l'affaccio sull'incantevole isola di San Giulio che, se passate da qui, dovete assolutamente vedere. Si trova a circa 400 metri dalla riva ed è raggiungibile in pochi minuti con uno dei battelli che partono dalla piazza principale del paese. L'Isola è piccola e particolarmente suggestiva. Gran parte della superficie è occupata dal monastero delle suore di clausura. All'arrivo colpisce la Basilica, fondata sul luogo della primitiva chiesa di San Giulio, accanto una strada che percorre tutta l'isola vi condurrà nella visita. Dirigendosi nel centro, la primavera è il periodo ideale anche per visitare una delle Regioni più verdi d'Italia, l'Umbria. Con le sue perle, i suoi borghi e le sue famosissime località, conosciute in tutto il mondo, l'Umbria è un buon luogo per organizzare una piacevole gita, itinerario o vacanze di Pasqua. Se non ci siete ancora stati passate almeno una notte ad Assisi. Durante le feste sarà sicuramente affollata, ma varrà comunque una visita. Grazie ai numerosi hotel e affittacamere è possibile trovare un alloggio a prezzi molto vantaggiosi. L'hotel Alexander, per esempio, nel centro storico, quello dei Priori o il Minerva, offrono stanza ben arredate, con tutti i confort e rappresentano solo alcune delle opportunità. Se avete qualche giorno, da Assisi, in poco meno di un'ora di auto, potete raggiungere la vicina Todi, passando da Perugia, che da Assisi dista solo 25 chilometri e da Deruta, città conosciuta per la produzione di maioliche artistiche. Oppure, percorrendo circa 47 chilometri in auto, potete raggiungere Spoleto, passando da Spello e da Foligno. Anche Spoleto, con i suoi vicoli, i testi del teatro romano, la piazza del Duomo con la sua scalinata e il ponte delle Torri, simbolo della città, vi offre davvero tanti luoghi di interesse da vedere. Scendendo più a sud anche la Puglia, il Salento, Otranto sul versante adriatico e Gallipoli sullo Ionio, sono mete da non perdere. In estate questa zona d'Italia, con le spiagge di sabbia e quelle di scogli, più selvagge, il mare limpido e i panorami mozzafiato, è un paradiso. In primavera, magari in una bella e calda giornata di sole, è altrettanto interessante. Gallipoli e Otranto sono due città molto diverse, ma allo stesso tempo entrambe particolari per ciò che le contraddistingue. Le mura racchiudono il centro storico della prima e caratterizzano il paese che ricorda un borgo medievale, case bianche e vicoli stretti, fanno di Otranto una città incantevole che ricorda tanto una meta Greca. Se, invece, vivete sulle Isole oppure non siete mai stati in Sardegna o in Sicilia, anche in queste due zone d'Italia, c'è l'imbarazzo della scelta. In Sardegna, Cagliari, vale sicuramente una visita. La città può essere il punto di partenza per un viaggio di qualche giorno. Capoluogo di provincia, città universitaria, si divide in due. Da una parte c'è il centro storico racchiuso dalle mura e dall'altra la parte più moderna. D'estate, la spiaggia del Poetto è tra le più grandi e famose, l'ideale per passare una piacevole giornata al mare. Per chi, invece, vive in Sicilia o non c'è mai stato prima, Taormina può essere una buona base per un bellissimo itinerario. Ricordo di aver visitato questo centro turistico, tra i più apprezzati a livello internazionale della Regione, proprio in primavera. Tre giorni nella zona possono bastare per apprezzarne le bellezze architettoniche e naturalistiche. La città si trova a circa 200 metri sul livello del mare e per questo offre panorami stupendi. Il consiglio, prima di tutto, è di fare una bella passeggiata nel centro storico per poi soffermarsi sui principali monumenti come la Cattedrale dedicata a San Nicolò, il Teatro Greco, simbolo cittadino, i palazzi a partire da quello forse più famoso, il Palzzo Corvaia. Da Taormina potete facilmente raggiungere anche la provincia di Catania, Acireale, Acitrezza, Aci Castello, tutte località da vedere a circa 50 chilometri. Se deciderete di fare questo itinerario rimarrete colpiti dai faraglioni dei Ciclopi che spuntano nel mare di fronte ad Acitrezza, frazione di Aci Castello, otto scogli basaltici che, secondo la leggenda, furono lanciati da Polifemo ad Ulisse durante la sua fuga. Le scelte, per trascorrere al meglio le vacanze di Pasqua, sono davvero tante. Erika Mariniello

 

Cerca offerte hotel in Italia

In collaborazione con