Loading...

Intervista sbandieratore Simone Di Blasi

Pagina creata da Erika Mariniello in Blog

Erika has no followers

Per scoprire tutte le curiosità che riguardano il mondo degli sbandieratori, realtà di cui abbiamo parlato in occasione del 40esimo anniversario del gruppo dei "Bandierai degli Uffizi" abbiamo intervistato Simone Di Blasi, presidente degli Sbandieratori di Legnano, cittadina in provincia di Milano. Ciao Simone, quanto ti sei avvicinato al mondo degli Sbandieratori? Ero molto piccolo, avevo solo 9 anni quando ho iniziato e fin da subito mi sono appassionato a questo sport che ora rappresenta una parte importante della mia vita. Sono passati 20 anni da quando ho iniziato. Dipende da come la prendi, questa disciplina o ti entusiasma e diventa una droga come è accaduto a me oppure ti lascia indifferente. Perché ti piace così tanto? E' difficile da spiegare. Mi piace prima di tutto perché è uno sport di squadra che insegna l'importante valore del rispetto. Poi insegna anche a seguire le regole, questo credo sia molto importante sia nello sport sia nella vita. Che cosa rappresenta per te questo mondo? Per me ormai è tutto. Con i miei compagni di squadra passo moltissimo tempo, sono diventati una famiglia ormai. E' bello passare il tempo con loro sia nel momento dell'allenamento sia quando ci sono le esibizioni e si provano emozioni ancora più forti. A proposito come ci si prepara per un'esibizione e cosa si prova in quel momento? Ci si allena tantissimo prima di uno spettacolo. L'importante per far bene è essere allenati e concentrati. Durante le esibizioni o le competizioni la tensione è tanta come l'emozione e la soddisfazione. E' difficile da spiegare, va sperimentato! Quante volte ti alleni, per quante ore? Questo è uno sport dove l'allenamento è fondamentale. In media ci si allena 3, 4 volte la settimane per due, tre ore ogni volta. La costanza e la ripetizione degli esercizi è utile per migliorare e fare un buon lavoro durante le esibizioni. E nella vita di tutti i giorni fai un altro lavoro o fai lo sbandieratore di mestiere? No, diciamo che questo è un secondo lavoro, ma considerata la grande passione che nutro da anni per questo sport ho deciso di aprire un'attività dove rivendo strumenti per gli sbandieratori. Consiglieresti a chi non lo pratica ancora di avvicinarsi a questo sport? Perché? Si assolutamente. Credo che sia un bel modo per fare uno sport di squadra e, nello stesso tempo per imparare a rispettare le regole e a seguire una linea ben precisa, aspetto che trovo importante per affrontare al meglio la vita. A chi vuole avvicinarsi a questo mondo, interessante e nello stesso tempo spettacolare, consiglio di fare un primo corso per imparare le basi e magari perfezionarsi con il tempo. Erika Mariniello

 

Cerca offerte hotel in Italia

In collaborazione con