Loading...

Grotte di Frasassi e il vicino Tempio del Valadier

Pagina creata da Erika Mariniello in Blog

Erika has no followers

E' la terza volta che torno alle Grotte di Frasassi, ma tutte le volte che le visito rimango senza parole. La sensazione più bella la provo quando, superato il tunnel d'ingresso, entro nella prima sala e mi rendo conto di quanto la natura possa fare. Le Grotte di Frasassi si trovano all'interno del Parco naturale regionale della Gola di Frasassi, nel Comune di Genga, in provincia di Ancona. L'ideale per raggiungerle è utilizzare l'auto fino al parcheggio della biglietteria e poi attendere il turno della navetta per la visita guidata. Bisogna acquistare il biglietto almeno 30 minuti prima e la visita dura circa un'ora e quindici minuti. Visto che la temperatura nelle grotte è sempre costante a 14 gradi, il consiglio è di indossare un maglioncino durante la visita. Abisso Ancona, Sala 200, Gran Canyon, Sala dell'Orsa, Sala Infinito: queste le aree visitabili. La prima sala del percorso è la più grande, ha un'estensione di 180 per 120 metri e un'altezza di 200 metri, anche se, entrando si perdono le proporzioni e appare decisamente più piccola. La cosa più curiosa è che la scoperta di quello che negli anni è divenuto uno tra i punti d'interesse più importanti e visitati della Regione Marche, è avvenuta quasi per caso. Furono dei ragazzi del Gruppo Speleologico del Cai di Ancona a trovarsi di fronte ad una stretta apertura sulla montagna dove fuoriusciva una notevole corrente d'aria. Dopo mesi di ricerche arrivarono i primi grandi risultati e la scoperta di cunicoli, pozzi, gallerie, fino a ciò che vediamo oggi. Stalattiti, stalagmiti, concrezioni calcaree secolari dalle forme differenti, percorsi sotterranei suddivisi in 8 livelli geologici. Le Grotte rappresentano una delle più belle attrazioni del territorio e sono considerate il più grande complesso ipogeo d'Europa. Aperte tutto l'anno, tranne in alcuni giorni festivi e per un breve periodo a fine gennaio, si possono visitare seguendo diversi percorsi. Quello turistico, con la visita guidata di cinque sale e quelli speleologici blu e rosso. Quando ho visitato le Grotte la prima volta ricordo di aver fatto quello blu. Con tuta ed elmetto, per circa due ore, ho esplorato accompagnata da una guida, gli stretti cunicoli e le strettoie non visitabili seguendo il primo tour guidato. E' stata un'esperienza bellissima. Adatto ai visitatori dai 12 anni in su, il percorso blu presenta poche difficoltà ed è il modo migliore per avvicinarsi alla speleologia. Quello rosso è un pò più difficile, dura circa 3 ore ed è adatto a chi ama l'avventura (per le visite speleologiche bisogna prenotare con una settimana di anticipo telefonando al numero verde 800 166 250 oppure inviando una mail all'indirizzo booking@frasassi.com). Se visitate le Grotte non potete perdervi il vicino Tempio del Valadier. Dista poco più di un chilometro dall'ingresso principale, ma non è facile da trovare. Proseguite in auto tenendo l'ingresso delle grotte alla vostra sinistra e parcheggiate la macchina dove vedete l'insegna "Presepe Vivente". Per raggiungere il Tempio dovete fare una lunga e faticosa camminata in salita (700 metri), ma vi assicuro che quando arriverete in cima capirete il perché ne vale la pena. Se volete poi un consiglio per una gustosissima sosta pranzo potete assaggiare le prelibatezze del "Piccolo ristoro" nella frazione Pianello di Genga. Le tagliatelle al cinghiale e il cinghiale in salmì sono davvero ottimi. Erika Mariniello

 

Cerca offerte hotel in Italia

In collaborazione con