Loading...

25 Aprile - Idee di viaggio per il ponte tra terme e natura

Pagina creata da Erika Mariniello in Blog

Erika has no followers

Sperando in un 25 aprile e in un primo maggio più caldi rispetto alla Pasqua che, in quanto a previsioni meteo è stata niente di buono, potete smettere di sognare e cominciare ad agire preparando la valigia per il vostro prossimo viaggio. In quanto a giorni liberi, se potete concedervi un periodo di vacanza, la fortuna è dalla vostra parte perché, il ponte del 25 aprile e del primo maggio, vi permetterà di avere ben 7 giorni a disposizione per organizzare un bel viaggio fuori porta. In Italia sono davvero tante le possibilità, sia per chi non vuole esagerare e magari ha sono un paio di giorni liberi, sia per chi, invece, può dedicare un'intera settimana alla scoperta di qualche bel posto dove non è mai stato prima. C'è davvero l'imbarazzo della scelta. In Italia ci si può dedicare al benessere, allo sport e alla natura, ma anche ad una interessantissima visita culturale. Andiamo per ordine. Se volete rilassarvi e potete stare fuori solo una notte, un'idea potrebbe essere quella di dirigervi alle terme di Pre Saint Didier in Valle d'Aosta, ai piedi del Monte Bianco. L'area termale valdostana, dal 1838, offre ai visitatori oltre quaranta pratiche termali, sale relax, piscine all'aperto e un solarium naturale. Il paesaggio che si può ammirare stando comodamente al caldo in vasca, è veramente suggestivo. Il centro offre la possibilità di godere di qualche piacevole momento di benessere in una struttura ottocentesca molto elegante. Le terme sono aperte tutti i giorni, dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 21, il venerdì e il sabato dalle 8.30 alle 23 e la domenica dalle 8.30 alle 21. Se siete sportivi e al relax preferite una bella vacanza a contatto con la natura, potete visitare la Riserva dello Zingaro in Sicilia. Ricordo di averla visitata due volte, in entrambe le occasioni ho raggiunto questa zona dell'isola per realizzare dei reportage di viaggio. Nel primo caso faceva molto caldo, era luglio, e il percorso che avevo affrontato per visitare la Riserva a piedi era stato particolarmente faticoso, ma davvero molto interessante. La seconda volta ricordo di aver passato la notte in un bivacco nel Parco e di essermi svegliata presto la mattina per scattare delle fotografie. Se amate la natura rimarrete senza fiato davanti ai panorami che questo angolo di Sicilia può offrire. La Riserva dello Zingaro è la prima istituita sull'isola ed è uno dei pochissimi tratti di costa non contaminato dalla presenza di una strada litoranea. Raggiungendo la biglietteria potrete facilmente scoprire i numerosi percorsi che si possono affrontare a piedi. Le ore più fresche dell'alba e del tramonto sono i momenti migliori per visitare la zona. L'ideale è farsi consigliare da una guida che, su prenotazione, vi condurrà alla scoperta dei luoghi da non perdere, come il Museo dell'intreccio o quello della manna, un antico prodotto la cui coltivazione sembra risalga alla dominazione Araba. Se, invece, volete dedicare le vostre giornate di vacanza ad un viaggio culturale potete raggiungere il Cilento e visitare Paestum, per esempio. Considerato patrimonio mondiale dell'Unesco dal 1998, Paestum è inserito nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Situato in provincia di Salerno, il sito archeologico è facilmente raggiungibile. Originariamente chiamata Poseidonia, nel tempo, l'area prese l'attuale nome di Paestum e oggi, è considerata una delle mete turistiche da non perdere nella zona. Particolarmente importanti, da vedere, sono i tre templi in stile dorico: il Tempio di Atena, quello detto di Poseidone e il Tempio di Era. Erika Mariniello

 

Cerca offerte hotel in Italia

In collaborazione con